Associazione Italiana Latto-Intolleranti

Intolleranza al lattosio; lattosio; intolleranti al lattosio; informazione; rubriche; nutrizione

Contatti

info@associazioneaili.it

segreteria@associazioneaili.it

Presidente:

Maria Sole Facioni

PhD in Biological and Molecular Sciences Presso l’Università di Pisa, Dipartimento di Biologia-Unità di Genetica

email: msfacioni@gmail.com

Segretario:

Eleonora Zeni

Responsabile Marketing e Comunicazione

email: zeni.eleonora@gmail.com

Annunci

22 commenti su “Contatti

  1. salvatore dolci
    aprile 1, 2014

    Buongiorno, avrei bisogno di un elenco nazionale di negozi e locali che vendono o somministrano alimenti senza lattosio.
    Esiste qualcosa al riguardo?
    Grazie.
    Salvatore.

    • Gentile Salvatore,
      purtroppo non esiste un elenco nazionale di negozi che vendono alimenti senza lattosio, però sulla nostra pagina “Dieta senza lattosio” può trovare i link delle aziende che producono linee di prodotti senza lattosio che si possono acquistare nella maggior parte dei supermercati.
      Resto a disposizione per qualsiasi altra informazione.

  2. Danilo
    maggio 5, 2014

    Vi scrivo per ringraziarvi per la creazione dell”AILI e per la vostra attività di divulgazione e sensibilizzazione sull’intolleranza al lattosio. Ben fatto!

  3. vincenza direnzo
    maggio 20, 2014

    buongiorno, purtroppo ho scoperto da poco si essere allergica al latte!!!! sinceramente, mi trovo in difficoltà a reperire alimenti che non contengano questo alimento!!! trovo prodotti che non contengono lattosio,ma, per la mia dieta non va bene!!! i pochi prodotti reperibli , costato veramente tanto,(confronto i “normali” alimenti)! ho chiesto se era possibile avere i buoni spesa come il celiaco ,ma, la risposta è stata negativa in quanto non è considerata una “malattia” sociale!! un l.di bevanda di riso o di soia lo pago € 3, un l.di latte di mucca lo pagavo €1,70 . Che dire di biscotti etc, tutti cari!!! Scusate lo sfogo! Grazie per la vostra considerazione!!! Vincenza

  4. angelo
    settembre 13, 2014

    salve, mi chiamo Angelo Cannavò, sé è possibile poter parlare con il presidente dell’associazione. Dovrei fare un indagine per capire quante persone presenti nel nostro stato che hanno problematiche di intolleranza.
    Vi ringrazio, porgo i miei più cordiali saluti

    Cannavò Angelo

  5. Elena Baudinelli
    marzo 15, 2015

    Salve,mi chiamo Elena Baudinelli, sono intollerante al lattosio da molti anni e non mangio quasi nulla che contenga lattosio o prodotti che con ridotto contenuto meno dello 0,01%. Ho sentito che in commercio esistono dei farmaci che mi potrebbero aiutare a ridurre l’intolleranza nel caso in cui dovessi mangiare dei cibi che contengano latte o derivati. Mi sapreste indicare alcuni nomi di farmaci o integratori.
    Ringrazio cordialmente e porgo distinti saluti
    Elena Baudinelli

    • Salve Elena,
      si esistono degli integratori di lattasi (l’enzima che noi non abbiamo) che se assunti prima di un pasto fanno sì che si possa digerire il lattosio contenuto in questo pasto. Ce ne sono molti in commercio, alcuni dei più comuni sono citati in questa pagina del nostro sito https://associazioneaili.wordpress.com/farmaci-utili/
      Ricordi di leggere sempre le informazioni che trova nella scatola, poichè la dose varia da un integratore all’altro.
      Grazie per averci contattato.
      Cordiali Saluti.

  6. stefania daddario
    marzo 23, 2015

    buonasera, mio figlio di 6 anni e mezzo è intollerante al lattosio, e l’ abbiamo scoperto un paio di settimane fa…obiettivamente brancoliamo nel buio ma proveremo a farcela… vorrei iscriverlo alla vostra Associazione, devo effettuare l’ iscrizione a nome di mio figlio o a nome mio ? grazie . porgo i migliori saluti

    • Buonasera Stefania,
      grazie per averci contattato.
      Per divenire socio basta fare il bonifico di 15 euro a

      ASSOCIAZIONE ITALIANA LATTO-INTOLLERANTI (AILI)
      C/C N° 3560 Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno Gruppo Banco Popolare
      Cod. IBAN IT29 P 05034 13701 000000003560
      CAUSALE: NUOVA ISCRIZIONE

      e, molto importante, compilare il modulo con i dati suoi e di suo figlio che trova al seguente link ed inviarlo via mail al mio indirizzo msfacioni@gmail.com

      https://associazioneaili.files.wordpress.com/2013/06/iscrizione_socio-sostenitore-aili1.pdf

      Per avere info più dettagliate mi scriva una email in modo da aiutarla in questo primo periodo. All’inizio sembra difficile, ma le assicuro che poi passa. Per qualsiasi informazione siamo a disposizione.
      Saluti,
      Maria Sole

  7. Barbara
    marzo 31, 2015

    Buongiorno
    a novembre ho scoperto di essere intollerante al lattosio, inizialmente mi dava solo gonfiore. Ma adesso Aiuto!! non so più cosa mangiare! qualsiasi alimento mi fa andare precipitosamente in bagno! Il mio intestino fa i rumori piu assurdi del mondo! ma è normale? Quanto tempo ci vuole per “disintossicarsi dal lattosio assunto”
    grazie mille

    • Buongiorno Barbara,
      da quando ha scoperto l’intolleranza dovrebbe seguire un dieta di disintossicazione di almeno tre mesi, dove viene esclusa completamente l’assunzione di alimenti con lattosio anche presente in tracce. Inoltre, è da valutare, questo da parte del gastroenterologo e/o da chi ha effettuato il test (es. nutrizionista) se è necessaria l’assunzione di fermenti lattici in modo da “ricostruire” la sua flora batterica.
      Siamo a disposizione per altre informazioni.

  8. Barbara
    marzo 31, 2015

    L’iscrizione all’associazione a cosa serve?

    • L’iscrizione all’Associazione significa divenire socio sostenitore di AILI, quindi sostenere con il suo contributo le nostre attività. Per contributo si intende, sì economico, ma anche fisico.
      Mi spiego meglio, considerato che il nostro lavoro sta crescendo in risposta alla grande richiesta di informazione/collaborazione/partecipazione ad eventi/manifestazioni/consulenza ecc. e, tengo a sottolineare in prima persona che sono felicissima di tutto ciò in quanto fondatrice di AILI ed intollerante al lattosio, abbiamo bisogno anche di un aiuto a livello di presenza e di prestazione delle proprie capacità. Dato che siamo tutti volontari, sarei felice se i nostri soci potessero partecipare attivamente alla vita di AILI, compatibilmente con gli impegni di ciascuno!
      Detto questo, divenendo socio sostenitore con la quota di 15 euro riceverà i nostri gadget, informazione e consulenza, inviti ai nostri eventi e aggiornamenti.
      Saluti,
      Maria Sole

  9. roberta
    aprile 7, 2015

    Salve, sono la mamma di un bimbo di sei anni a cui e’ stata diagnosticata un’ intolleranza di livello medio al lattosio. Non ho ancora capito bene se gli alimenti in commercio privi di lattosio quali prosciutto cotto, biscotti ecc, possono essere dati in questi due mesi di dieta che il bambino dovra’ fare, e in quali quantita’.
    Grazie

    • Buongiorno Roberta,
      nei primi tre mesi è solito togliere dalla dieta anche gli alimenti che riportano la dicitura “senza lattosio” ma sono comunque prodotti a partire da latte vaccino o altro tipo di latte che contiene lattosio, anche se inferiori allo 0,01% possono averne tracce che in questa fase potrebbero comunque dare dei sintomi tipici di intolleranza al lattosio (mi riferisco a i prodotti delattosati).
      Per quanto riguarda alimenti non a base di latte e derivati può comunque consumarli, a patto che riportino la dicitura senza lattosio e/o latte e derivati. Ad esempio tutti gli affettati che non hanno lattosio e/o latte e derivati possono essere consumati, poiché significa che non viene aggiunto come additivo.
      Per i biscotti personalmente farei attenzione anche a dove viene riportato “può contenere tracce di latte” che solitamente è giusto non assumerli in caso di allergia, ma essendo all’inizio anche una contaminazione può dar fastidio (parlo anche per esperienza personale).
      Rimango a disposizione per ulteriori informazioni.

  10. Mary
    maggio 25, 2015

    Salve da quasi un anno ho scoperto di essere intollerante al lattosio e vi volevo chiedere alcune cose:
    1) È normale, nonostante abbia eliminato il lattosio dalla mia dieta continuo ad avere forti mal di pancia?? (quasi come delle coliche?) ( il mio medico dice che è normale !!)
    2) Lo yogurt greco contiene lattosio??
    3) È vero che anche alcuni tipi di frutta e verdura contendono lattosio?? Se si, quali??

    • Buongiorno Mary,

      si è abbastanza normale, il tuo colon si deve riassestare infatti è consigliabile fare una dieta appropriata, associata a fermenti lattici nel primo periodo.
      Lo yogurt greco, rispetto allo yogurt normale, è più fermentato e ha un passaggio di filtrazione in più. Poichè il lattosio contenuto nello yogurt viene fermentato dai fermenti lattici che sono presenti all’interno, il contenuto è poco, ma comunque sempre presente. Esistono degli yogurt appositi senza lattosio (<0.01%).
      Frutta e verdura non contengono lattosio.

  11. Stella
    ottobre 23, 2015

    Buongiorno
    purtroppo ho scoperto di essere intollerante al lattosio ed essendo molto golosa di formaggio mi domandavo se posso acquistare i formaggi, naturalmente quelli stagionati, tagliati al banco del supermercato o esiste il rischio di contaminazione? (ad esempio perchè viene utilizzato lo stesso coltello per tagliare un formaggio fresco e poi quello stagionato).
    Grazie mille per una vostra gentile risposta.
    Stella

    • Gentile Stella,
      per l’intolleranza al lattosio non esistono rischi di contaminazioni al pari di quelle per l’intolleranza al glutine, però sono comunque da adottare alcune accortezze come utilizzare utensili puliti e non contaminati da cibi contenenti lattosio. In questo caso specifico è meglio cambiare coltello. Rimaniamo a disposizione. Saluti.

  12. Alessandro
    novembre 26, 2015

    Salve,
    la mia ragazza dovrebbe fare il breath test per il lattosio ma sta avendo problemi per la prenotazione della visita. Siamo di Viareggio e a quanto pare solo l’Ospedale di Pisa effettua tale test e la prima data utile è il 28 Giugno 2016.
    Vi contattavo per chiedere informazioni su altre possibili strutture in Toscana, anche a pagamento, per poter effettuare il test.
    Cordiali saluti

    Alessandro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: