Associazione Italiana Latto-Intolleranti

Intolleranza al lattosio; lattosio; intolleranti al lattosio; informazione; rubriche; nutrizione

UMBERTA E LA SUA ESPERIENZA

Umberta esordisce nella sua mail con “Bellissima pagina! Mi sarete sicuramente d’aiuto, ho avuto la conferma della mia intolleranza!“. Non può che farmi piacere!

Immagine1

E continua con il suo racconto..

I dubbi sulla mia intolleranza mi sono venuti quasi un anno fa. E’ un anno che non bevo più latte.

Avevo nausea, crampi e diarrea con poco più di una tazzina di latte. Ma ero confusa, perché mangiando alcuni formaggi non avvertivo alcun sintomo…e con delprosciutto ritornava il mal di pancia! Non ci capivo niente! Finché ho fatto due settimane con una dissenteria molto forte e dei crampi allucinanti. Avevo l’impressione che il mio corpo si stesse ribellando! Il dottore mi disse che era un virus intestinale..fermenti lattici e medicinali per fermare la dissenteria, ma i crampi si facevano sentire!

A questo punto ho iniziato a informarmi soprattutto tramite blog, forum e anche con il vostro sito, scoprendo che il lattosio è usato praticamente in qualsiasi preparazione! Ho iniziato da sola ad eliminare certi alimenti ed a stare attenta a cosa mi procuravano.

Poi finalmente la conferma! Dico finalmente perché all’inizio si pensa a qualsiasi cosa!

Ecco scoperto l’arcano! Ma la decisione di fare il test l’ho elaborata da pochissimo, questa estate dopo un buonissimo gelato artigianale mi sono ritrovata a letto con diarrea durata qualche giorno e colica intestinale…insomma la goccia che ha fatto traboccare il vaso!

Sinceramente non trovo difficoltoso nutrirmi senza Lattosio, ho trovato diversi prodotti lactose-free e per gli altri ho imparato a leggere con attenzione gli ingredienti.

I dolci li preparo rigorosamente io e la mia famiglia apprezza, perché il sapore degli alimenti comunque non cambia!

Rinuncerò alle cene fuori…ma sinceramente da quando ho escluso il lattosio sto benissimo!

Se qualcuno non ci arriva dicendo “che sono un po’ sofisticata a mangiare“, pace, io alla mia salute ci tengo!  Ci si sente dire anche questo!!!

Sono contenta di essermi imbattuta nell’AILI, perché un associazione ti fa pensare che non sei l’unica, e dà informazione!

Grazie Umberta per averci raccontato la tua esperienza!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: