Associazione Italiana Latto-Intolleranti

Intolleranza al lattosio; lattosio; intolleranti al lattosio; informazione; rubriche; nutrizione

FORMAGGI E INTOLLERANZA AL LATTOSIO: QUALI SI POSSONO MANGIARE?

L’intolleranza al lattosio si manifesta quando viene a mancare parzialmente o totalmente la lattasi, enzima in grado di scindere il lattosio nei suoi due componenti (glucosio e il galattosio), zuccheri più semplici e digeribili.

formaggio

Se si è intolleranti al lattosio dobbiamo eliminare tutti i formaggi?

No, è un sacrificio inutile, poiché il lattosio non è presente in tutti i formaggi.

Attenzione.Dobbiamo ricordare, però, che non tutti abbiamo la stessa reazione quando assumiamo formaggi definiti “senza lattosio”, nonostante ne contengano in tracce. C’è chi riesce a tollerarli a piccole dosi e chi non riesce. Sopratutto sono da escludersi durante il periodo di disintossicazione.

I formaggi a pasta dura ed extra dura si possono consumare in dosi ragionevoli. Dato che durante la loro stagionatura il lattosio viene trasformato in acido lattico, queste varietà praticamente ne contengono valori vicini allo zero. Sulla base dei risultati di numerose analisi, il Parmigiano Reggiano DOP può essere definito “lactose free” (senza lattosio) ed è, quindi, consigliabile ai soggetti intolleranti al lattosio. Una stagionatura ben tollerata è 30-36 mesi.

 Di seguito una lista di formaggi che sono tollerati nella maggior parte dei casi:

  • Emmenthal
  • Gorgonzola
  • Grana Padano
  • Groviera
  • Parmigiano Reggiano
  • Pecorino stagionato
  • Provola affumicata e dolce

L’idrolisi del lattosio è favorita anche dall’attività lattasica di alcune specie microbiche: per questo motivo i formaggi ricchi di microflora dotata di attività lattasica, come i batteri lattici, possono essere tollerati pur in presenza di quote ancora relativamente elevate di lattosio.

 Tra questi formaggi ricordiamo:

  • Caprino
  • Quark
  • Fior di latte
  • Crescenza
  • Feta
  • Asiago
  • Caciotta
  • Taleggio
  • Fontina
  • Caciocavallo
  • Brie
  • Camembert
  • Toma

I formaggi freschi a pasta molle, invece, si ottengono per coagulazione acida e presentano percentuali di lattosio più elevate. Per questo, in presenza di un’intolleranza al lattosio la quantità sopportabile deve essere testata, ma possiamo dire che non sono quasi mai tollerati, tra questi:

  • Mozzarella
  • Fiocchi di latte
  • Certosino
  • Formaggi da spalmare
  • Ricotta di vacca o di pecora

BIBLIOGRAFIA

Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN). Dossier Il Parmigiano Reggiano un prodotto naturalmente funzionale. 2008.

USDA National Nutrient Database for Standard Reference, Release 23 – Settembre 2010

Atlante dei formaggi: guida ad oltre 600 formaggi e latticini provenienti da tutto il mondo. G. Ottogalli. 2001

ATTENZIONE!
I contenuti scientifici di questo articolo hanno un carattere informativo.
Le informazioni raccolte in queste pagine non devono in alcun modo essere interpretate come diagnosi e/o sostituirsi in alcun modo ad una accurata visita presso centri medici specializzati.
Annunci

Un commento su “FORMAGGI E INTOLLERANZA AL LATTOSIO: QUALI SI POSSONO MANGIARE?

  1. Pingback: CROSTATA DI SPINACI senza uova e senza lattosio |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: