Associazione Italiana Latto-Intolleranti

Intolleranza al lattosio; lattosio; intolleranti al lattosio; informazione; rubriche; nutrizione

POCO SALE PER GUADAGNARE SALUTE!

SALE

Ogni grammo di sale contiene circa 0,4 g di sodio. Il nostro organismo elimina giornalmente da 0,1 a 0,6 g di sodio. Questa quantità va reintegrata con la dieta: il sodio contenuto in natura negli alimenti è sufficiente a coprire le necessità dell’organismo.

In Italia il consumo medio di sale per persona è circa 8-12 g (3,2- 4,8 g di sodio), cioè circa 2 volte superiore a  quanto raccomandato dall Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Numerosi studi hanno dimostrato che un consumo eccessivo di sale  è associato ad un rischio più elevato di ipertensione arteriosa, di tumori dello stomaco, a maggiori perdite urinarie di calcio e quindi, probabilmente, ad un maggiore rischio di osteoporosi.

“Ridurre gli apporti di sale può essere un’importante misura preventiva.”

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO

Durante la gravidanza aumenta il fabbisogno di sodio per aumento del volume dei liquidi extracellulari, per la richiesta del feto e per il liquido amniotico. L’abituale consumo di sale è comunque sufficiente a coprire gli aumentati fabbisogni. Anche durante l’allattamento aumenta il fabbisogno di sodio in relazione al suo contenuto nel latte materno: questo fabbisogno è comunque coperto dal contenuto della dieta.

BAMBINI E ADOLESCENTI

Le RDA Americane propongono livelli di assunzione raccomandati distinti per classi di età, ossia per il neonato, per il bambino e per l’adolescente. Tali valori sono basati sul calcolo del contenuto di sodio nei tessuti neo-formati e su assunzioni relative alle perdite obbligatorie di sodio. Per contro, il Scientific Committee for Food della Commissione Europea considera che le informazioni a disposizione non sono sufficienti per stabilire dei livelli raccomandati nell’età evolutiva. La Commissione dei LARN concorda con quest’ultima posizione.

SAL_GRAPH

Nelle tabelle sottostanti (tabelle 1, 2 e 3) sono elencati le principali fonti di sodio e, quindi, di sale:

SAL_TAB1

SAL_TAB2

SAL_TAB3

ALCUNI CONSIGLI UTILI PER DIMINUIRE IL SALE: ECCO 10 BUONE REGOLE DA SEGUIRE

1) Quando fai la spesa, controlla le etichette e preferisci i prodotti con minor contenuto di sale per porzione o per 100 grammi.

2) Per gli alimenti di produzione locale (primo fra tutti il pane, ma anche i latticini) chiedi la disponibilità di prodotti con minor contenuto di sale.

3) Per riscoprire il piacere di una buona cucina, riduci il consumo di piatti industriali, di sughi già pronti e di cibi in scatola, e anche quando dovessi servirtene controlla l’etichetta e scegli per il meglio.

4) Insaporisci i cibi con erbe aromatiche fresche, spezie o usando limone e aceto, limitando l’uso di condimenti molto ricchi di sodio (dado da brodo, ketchup, salsa di soia, senape).

5) Aggiungi gradualmente meno sale, e sempre iodato, alle tue ricette, facendo sì che la famiglia si abitui pian piano a mangiare meno salato: scoprirete che pasta, riso, bistecche, pesce, pollo, verdure o patate (anche fritte) sono buonissimi se consumati con meno sale e col tempo anche senza.

6) A tavola niente saliera, metti solo olio e aceto perché qualcuno non ceda alla tentazione di tornare indietro.

7) Non aggiungere sale alle pappe dei tuoi bambini, loro non ne hanno e non ne sentono la necessità: non essere tu a introdurre le cattive abitudini.

8) Latte e yogurt sono una buona fonte di calcio e contengono naturalmente le piccole quantità di sale necessarie alla nostra salute. Preferisci i formaggi freschi a quelli stagionati.

9) Durante gli spuntini, frutta o spremute sono un’ottima alternativa agli snack salati; e se mangi un panino, puoi prepararlo con alimenti a basso contenuto di sale.

10) Nell’attività sportiva leggera reintegra con la semplice acqua i liquidi perduti attraverso la sudorazione.

TIPI DI SALE:

 Il sale alimentare è costituito da cloruro di sodio, che può essere ricavato dall’acqua di mare (sale marino) oppure estratto dalle miniere derivanti dalla lenta evaporazione di antichi bacini marini (salgemma).

Dopo un procedimento di raffinazione che elimina la maggior parte degli altri sali presenti, si ottiene il “sale raffinato” contenente solo cloruro di sodio.

Esiste in commercio il sale Iodato (sia fine che grosso), un sale comune al quale è stato aggiunto iodio sotto forma di ioduro e/o iodato di potassio. L’Organizzazione Mondiale per la Sanità che il Ministero della Salute ne consigliano l’uso a tutte le età e in tutte le condizioni fisiologiche al fine di prevenire o correggere la carenza di iodio.

Un altro sale in commercio, comunemente consigliato ai soggetti ipertesi, è il cosiddettosale dietetico, contenente meno sodio, in quanto parte del cloruro di sodio è sostituito da cloruro di potassio.

BIBLIOGRAFIA:

  •  Linee guida per una sana alimentazione italiana (revisione 2003). Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)
  • Tabelle di composizione degli alimenti. Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)
  • Szostak-Wegierek D. Intrauterine nutrition: long-term consequences for vascular health. Int J Womens Health. (2014)
  • Doaei  S and Gholamalizadeh M. The association of genetic variations with sensitivity of blood pressure to dietary salt: A narrative literature review. ARYA Atheroscler. (2014)

ATTENZIONE!
I contenuti scientifici di questo articolo hanno un carattere informativo.
Le informazioni raccolte in queste pagine non devono in alcun modo essere interpretate come diagnosi e/o sostituirsi in alcun modo ad una accurata visita presso centri medici specializzati.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: